End War Now: la guerra e come evitarla (28 aprile 2014)

Serata dedicata al tema della guerra con Arduino Paniccia (analista di strategia militare e geopolitica e professore di Relazioni Internazionali alla Facoltà di Scienze Politiche di Trieste (http://it.wikipedia.org/wiki/Arduino_Paniccia) .P1040754 P1040756 e Cinzia Zanardo, che da qualche tempo sta girando il paese con un suo spettacolo “Una memoria sofferta” sulla I guerra mondiale (http://www.cinziazanardo.it/index.php/una-memoria-sofferta.html).

La discussione è stata su un fenomeno antico ed apparentemente ineliminabile: il conflitto che prende le forme più disastrose e deleterie, quelle della guerra.
L’interrogativo di fondo è stato: potremo mai vivere senza guerre? In fondo in alcune parti del mondo questo si verifica (come nella Comunità Europea dalla metà degli anni ’40), ma l’equilibrio su cui poggia una pacifica convivenza civile appare estremamente fragile e meritevole di continue cure (come mostrano non solo le centinaia di conflitti scoppiati in questi decenni, anche pericolosamente vicino a noi). P1040760

Quest’anno ricorre poi il centenario dell’avvio del conflitto più recente che ha interessato – fra fase I e fase II – una trentina d’anni il nostro paese, come la più parte di quelli con cui oggi viviamo in pace: la c.d. “Guerra Mondiale”.
Oggi le cose sono diverse, il militarismo insensato ed il nazionalismo che caratterizzarono quell’epoca non ci sono; un conflitto armato fra Germania e Francia (solo per prendere in considerazione due dei maggiori attori di quella vicenda) è impensabile … ma non dobbiamo abbassare la guardia.
La vicenda della Crimea e l’escalation che caratterizza i rapporti con la Russia ci debbono far pensare.

Che ruolo può avere il Rotary in tutto ciò?

Il prof. Paniccia ha fornito un prezioso inquadramento del fenomeno ‘guerra’ e della sua evoluzione storica sino ai nostri giorni, toccando vicende ormai lontane come pure quelle dei giorni nostri. P1040759

Cinzia Zanardo ha letto alcuni passi del diari di guerra della nonna, risalente all’ultimo mese del conflitto 1914-18 nonchè lettere dal fronte sia di militari italiani che austroungarici. P1040761

 

La traccia audio della serata è scaricabile qui:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...