Autore: carlomosca

“Per solo amore della mia città” Luigi Bailo e la cultura a Treviso e in Italia tra Ottocento e Novecento

Presentazione degli atti del convegno del 14 novembre 2015, a cura di Franco Luciani.

L’Associazione Ex Allievi del Liceo Canova e il Comune di Treviso, in collaborazione con Rotary Club Treviso e Ateneo di Treviso, organizzano per giovedì 22 dicembre 2016, presso il Museo Civico “L. Bailo” in Borgo Cavour 24, la presentazione del libro “Per solo amore della mia città”. Luigi Bailo e la cultura e in Italia a Treviso tra Ottocento e Novecento.

Il libro, curato da Franco Luciani ed edito da Grafiche Antiga, raccoglie gli atti dell’omonima giornata di studi tenutasi il 14 novembre 2015 in occasione dei 180 anni dalla nascita dell’abate Bailo e della riapertura della sede museale di Borgo Cavour a lui intitolata: un convegno di grande successo in termini di pubblico e partecipazione, volto a sondare nel profondo la personalità poliedrica di Luigi Bailo e a ridefinire il clima culturale trevigiano e italiano a cavallo tra XIX e XX secolo. Il volume raccoglie in un’unica opera organica i contributi di Gian Maria Varanini, Steno Zanandrea, Maria Grazia Caenaro, Eugenio Manzato, Franco Luciani, Andrea Bellieni, Alessia De Piccoli, Maria Elisabetta Gerhardinger, Giuliano Simionato, Domenico Losappio, Luigi Urettini, Stefano Franzo ed Emilio Lippi.

Alla presentazione del libro interverranno Luciano Franchin, Assessore alla Cultura del Comune di Treviso, Alessandro Casellato, docente di Storia Contemporanea presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, e Agostino Contò, dirigente della Biblioteca civica di Verona.

Nell’occasione Eugenio Manzato ricorderà Francesca Cavazzana Romanelli, valente studiosa, archivista e ricercatrice veneziana, alla quale il volume è dedicato.

La partecipazione all’evento è libera ed aperta a tutta la cittadinanza: per motivi organizzativi e di capienza della sala (i posti disponibili saranno una cinquantina) si raccomanda la puntualità.

a cura di:

ASSOCIAZIONE EX ALLIEVI LICEO CANOVA
Via Mura San Teonisto, 16
31100 Treviso
Tel. 0422 545312
Mail: exallievicanova@gmail.com

Migliorare l’accesso all’istruzione tramite la Rotary Foundation

57 milioni, un numero esorbitante, se pensiamo che si tratta del numero di bambini che non frequentano la scuola in tutto il mondo. Migliorare l’accesso all’istruzione è una delle chiavi per interrompere il ciclo della povertà, e i Rotariani stanno lavorando per fare proprio questo. Usando sovvenzioni dalla Fondazione Rotary, i soci allacciano partenariati con le comunità per fornire libri di testo a basso costo, per integrare la tecnologia nelle aule e per assicurare che gli allievi abbiano accesso all’acqua potabile. Guarda come la Fondazione sta cambiando il mondo attraverso l’istruzione. Aiuta anche tu promuovendo le attività che svolge il tuo club nel campo dell’istruzione, e facendo una donazione durante il Mese della Fondazione Rotary.

Riconoscimento Sovvenzione del Centenario

La celebrazione del Centenario della Fondazione Rotary includerà il riconoscimento di risultati di grande portata correlati ai suoi programmi, incluso l’importante lavoro realizzato da club e distretti Rotary grazie alle sovvenzioni della Fondazione Rotary.

La Commissione per la celebrazione del centenario ha selezionato diverse sovvenzioni globali di spicco completate nell’anno 2015/2016 da mettere in risalto al Congresso RI di Atlanta a giugno. Ecco l’elenco delle sovvenzioni selezinoate.trf_centennial_noteworthy_global_grants_it

REPORT: RCNY International Breakfast at the UN Oct 19, 2016

Mediators Without Borders International Panel

Our Oct 19 International Breakfast featured President & CEO of Mediators Beyond Borders International, Prabha Sankaranarayan. Ms. Sankaranarayan spoke of previous and current projects in countries ranging from the Philippines, Liberia, South Thailand, and even local communities such as Pittsburgh, PA.

Mediators Beyond Borders is an international non-governmental organization whose mission is to build local skills for peace and promote mediation worldwide.

Ms. Sankaranarayan spoke of previous and current projects in countries ranging from the Philippines, Liberia, South Thailand, and even local communities such as Pittsburgh, PA. What differentiates MBBI is their use of Conflict Transformation Methods and their emphasis on a people-driven model, and a trauma-informed approach to peace-building. Their belief is that though there’s importance in the global context of peace-building at the government and diplomat level, for peace to last, there must be engagement on every level of the community.

MBBI’s relationships with these communities are initiated through invitations from local individuals and partnership with organizations. They’ve found that a great majority of those advocating for change are women. The process and needs of their projects vary, though, they often include the evaluation of current resources and development and implementation of training programs. MBBI recognizes the differences in each of these communities’ populations, histories and difficulties therefore they contextualize their work to meet local needs. They refer to themselves a “global network of local practitioners” with their primary goal being to “create a space to transform conflicts.”

Alongside its partners–now including Rotary Club of New York, after signing an MOU at the end of this meeting–MBBI believes that “peace is a process” and that “if we can do something different, we can make a difference.”

Trisha Janelle Gragera/Rotaract

“Mediators Without Borders International Panel” with RCNY President Jon Erbilgin, speaker Prahba Sankaranarayan, Moderator Helen Reisler, and Kaan Soyak.

Helen Reisler, our moderator with the Hon. Guest speaker, Prahba Sankaranarayan.

Copyright © 2016 Rotarian Action Group for Peace, All rights reserved.
You are receiving this message because you are a member of the Rotarian Action Group for Peace.

Our mailing address is:
Rotarian Action Group for Peace
221 NW Second Ave, Suite 204
Portland, OR 97209

Good News Agency (Ott. 2016)

Ecco il nuovo numero, che viene distribuito gratuitamente in tre lingue a 10.000 media e giornalisti di redazione in 54 paesi, a 3.000 ONG, a 1.400 scuole superiori e università e ad oltre 26.000 Rotariani in Italia e nel mondo. Come sempre, il notiziario include anche notizie dell’attività del Rotary. .

“Portiamo Good News Agency nelle scuole!” – Dopo i 19 concorsi scolastici condotti a tutt’oggi da molti Club e Distretti in sinergia con Good News Agency, la campagna include quest’anno due concorsi distrettuali già lanciati: dal D2032 sul tema “SOSTENIBILITÀ: un impegno per ciascuno di noi, non più differibile!“; e dal D2110 sul tema “Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile”. I Governatori hanno esortato i Presidenti di Club ad aderie al progetto e a coinvolgere le scuole nel loro territorio, conducendo il concorso e la relativa premiazione di Club in autonomia e segnalando al Distretto i lavori primi classificati per un’ulteriore selezione e premiazione a livello distrettuale.

Bozza di bando, schede operative e una scaletta di fasi e tempi, nonché l’elenco dei 19 concorsi già svolti a tutt’oggi, sono riportati su: http://www.goodnewsagency.org/it/contests.php

Molto cordialmente,

Sergio Tripi
Direttore, Good News Agency
Fondatore e presidente dell’ Ente morale educativo
associato al Dipartimento della Pubblica Informazione delle N.U.

good-news-agency-anno-xvii-n-250-14-ottobre-2016

Claudio Scarpa, nuovo presidente 2016-17

Con inizio luglio, come ogni anno, il club cambia dirigenti ed il nuovo presidente per l’annata entrante 2016-17 è Claudio Scarpa, che succede a Piero Tenderini.

donna con ruota.pngNel bollettino 1 (2016-17), il resoconto della sua serata iniziale nella quale ha presentato il programma per il primo semestre.

Il tema di base sarà la valorizzazione del territorio. V. Claudio nel video

Nel bollettino 33 (2015-16), invece la serata conclusiva di Piero. Nel video una sua intervista breve rilasciata all’inizio del suo anno:

Il Ghetto di Venezia

Due occasioni per conoscere il Ghetto di Venezia.

Il 23 maggio avremo un incontro con Gabriella Di Taranto a Ca’ del Galletto (ore 20) ed il 5 giugno andremo in visita (scarica qui il Programma RC TV NORD visita Ghetto 5.06.16).

Il ghetto di Venezia era la zona di Venezia dove gli ebrei veneziani erano obbligati a risiedere durante il periodo della Repubblica Veneta. Dal suo nome deriva la parola ghetto.

Il Ghetto si trova nel sestiere di Cannaregio ed è sede della Comunità Ebraica di Venezia.

Ghetto (Venice) Panorama
Ghetto (Venice) Panorama

7 settembre 2015 – Giavazzi e Brunetti su “Una discussione sull’oggi, dall’Europa al Nordest” / Professors Giavazzi and Brunetti “On North Eastern Italy and Europe Today”

Prestigiosa tavola rotonda con i professori Giavazzi e Brunetti della Bocconi sui temi più attuali relativi al Nord Est ed i suoi rapporti con l’Europa. Scarica locandina Rotary TV Nord_Invito 07.09.2015

A unique opportunity for participating to a discussion on today hot economic and political issues relating to the North Eastern part of Italy and its links with Europe. With professor Francesco Giavazzi and professor Giorgio Brunetti of Un. Bocconi, Milan.

Palazzo Giacomelli, Treviso h. 20:00.

Per soci Rotary e loro invitati / Attendance restricted to Rotary members and their guests.