Categoria: Il Rotary delle 6 e mezza

Le ‘nuove’ regole su lavoro e occupazione (14 marzo 2014)

14 marzo 2014. Il Rotary delle sei e mezza con il prof. Zilio Grandi, presso la chiesa di San Gregorio a Treviso.P1040389 SAN GREGORIO RORARY quale lavoro giovani 14.03 (4)

Incontro su un tema caldo, quello trattato da Zilio Grandi, ordinario a Ca’ Foscari: come identificare una direttrice nelle varie ‘riforme’ che si stanno succedendo da tempo in tema di lavoro e incentivi all’occupazione. SAN GREGORIO RORARY quale lavoro giovani 14.03 (3)

Difficile farlo, anche perchè si scontrano visioni diverse della società (posto fisso vs mobilità; flessibilità vs paura per il precariato, …).

Scarica qui le slides: Zilio Grandi_14_marzo_2014

Traccia audio: a breve disponibile.

20-12-2013 Idee in Jazz

Il 20 dicembre il Rotary Club Treviso Nord ha presentato il progetto “IDEE FRESCHE (PER LA MIA CITTA’)” al Salone dei 300, nel cuore di Treviso.P1040208

L’iniziativa mira a premiare le migliori idee che verranno generate dagli studenti delle superiori di Treviso, da qui al prossimo marzo, per rendere ‘smart’ la loro città.

P1040249 P1040245 P1040241 P1040236 P1040235 P1040229 P1040225 P1040222

Alla serata hanno presenziato alcuni studenti e già sono state delineate alcune idee interessanti (ad esempio poter pagare il biglietto dei mezzi pubblici conferendo plastica da riciclare).

Il club a marzo selezionerà le idee più innovative e sostenibili fornendo tutto l’appoggio per poterle finanziare e rendere attuabili.

L’incontro è stato impreziosito dagli interventi musicali di Nicola Bortolanza ed il suo quartetto jazz.

8-11-13 I programmi Rotary per i giovani / Rotary programs for the youth

Venerdì 8 novembre si è tenuto alla Corte Sconta, il locale nei pressi dell’università a Treviso, un incontro informativo relativo ai programmi Rotary dedicati ai giovani. In particolare si è parlato di:

YEP: il programma Youth Exchange, che permette di trascorrere un periodo all’estero – da un paio di settimane in un camp sino ad un intero anno scolastico (solitamente il IV delle superiori). Andrea Pontarollo (il referente distrettuale per tali scambi) ha illustrato Pontarollo 2 Pontarollo 1 le caratteristiche di tale iniziativa. hanno portato la loro testimonianza alcuni ragazzi stranieri attualmente ospiti di famiglie rotariane italiane e un’ora universitaria che anni fa ha trascorso un anno scolastico in Oregon. Per informazioni  vai qui.

RYLA: il programma dedicato al potenziamento delle qualità di leadership, nelle sue versioni ‘normale’ (per i ragazzi dai 19 ai 30 anni) e ‘junior’ (per quelli da 13 a 18 anni). Entrambi i programmi consistono in una full immersion di alcuni giorni passati a discutere di temi di attualità, con attività di gruppo e confronto. Riposati 2Ce ne ha parlato Domenico Riposati, coordinatore del RYLA junior locale (prossima ed. settembre 2014); il prossimo RYLA (per i più grandi) si svolgerà invece in primavera. RiposatiPer informazioni vai qui.

GSE: il programma rivolto a chi ha già cominciato a lavorare e vuole confrontarsi con realtà straniere. Esso si rivolge infatti a giovani professionisti di età compresa fra i 25 e i 40 anni, all’inizio della carriera, non figli di rotariani, dando loro la possibilità di compiere un soggiorno della durata di 4-6 settimane in un Paese straniero, a scopo culturale e professionale. Ce ne ha parlato Mario Bassetto,Bassetto che nella prossima primavera accompagnerà un gruppo nel sud del Brasile. Per informazioni vai qui.

21-10-13 Scelte urbanistiche / Planning Choices

Il 21 ottobre si è tenuto a Treviso un incontro organizzato dal nostro club  sul tema della ‘progettazione partecipata’. Ospiti l’arch. Roberto Ervas ed il sindaco di Treviso, Giovanni Manildo.P1040007 P1040011 P1040004

La progettazione partecipata (o partecipativa) è – come ha richiamato in apertura Roberto Ervas – una filosofia che guida la formazione e l’implementazione di progetti curando che tutti i soggetti coinvolti possano esprimere il loro punto di vista, non solo a livello di consultazioni ma nella definizione stessa degli obiettivi del progetto. Nel campo urbanistico ciò si traduce nel coinvolgimento dei cittadini in processi decisionali che solitamente li escludono.

È stato un piacere sentire dalla voce del primo cittadino che la nuova amministrazione di Treviso intende decisamente percorrere tale metodica a partire dalla gestione dei rifiuti (Treviso adotterà per la prima volta il porta-a-porta fra poco), sino alla gestione del problema delle polveri sottili. Insieme all’aspetto teorico sapientemente esposto pur nel breve tempo a disposizione dall’arch. Ervas, sono stati infatti toccati molte delle questioni concrete che l’amministrazione trevigiana dovrà affrontare (barriere architettoniche, il prolungamento della tangenziale sud, la città ed i bambini, la ghettizzazione dei quartieri, …).

 

In chiusura, è stato anticipato il progetto “Idee fresche (per la nostra città)” che il Rotary club Treviso Nord ha lanciato recentemente: un concorso di idee ‘smart’ per la città dedicato agli istituti di studio superiori, messi in gara fra loro per i progetti più interessanti che verranno poi sponsorizzati dal club.

11-10-13 Incontro con Francesco Targhetta

Venerdì 11 ottobre alla Corte Sconta, il club – nell’ambito dell’iniziativa “Il Rotary delle 6 e mezza” – ha ospitato un bel incontro con lo scrittore e poeta Francesco Targhetta (Treviso, 1980).

L’autore, intervistato dal nostro presidente Carlo Mosca, Targhetta 2 ha raccontato di sè e parlato delle sue prime due opere (“Fiaschi”, apparso nel 2009 per ExCogita e “Perciò veniamo bene nelle fotografie”, ed. ISBN, 2012).

Targhetta, laurea a Padova in lettere e dottorato in Italianistica sui crepuscolari, alterna la sua attività creativa con l’insegnamento.

Nel corso dell’incontro Targhetta ha letto alcuni pezzi da Perciò veniamo bene e qualche poesia da Fiaschi.

IMG_15441

La lettura è stata punteggiata dagli interventi musicali di Riccardo Buck, anch’egli giovane promessa musicale trevigiana.

.Targhetta 1

23-9-13 Starting-up

Serata dedicata alle start-up, con Mariano Roman come relatore e Gabriele Antoniazzi testimonial.

Sala piena a Ca’ de Ricchi per una veloce ma intensa carrellata sui migliori modi di valorizzare un’idea innovativa.

WP_000571

Mariano Roman,  passato sportivo di rilievo, manager alla Casagrande spa (macchine per fondazioni) e socio fondatore di Venetwork, ha lanciato un messaggio chiaro: le idee buone non bastano, sono indispensabili ma possono avere una chance di esser finanziate solo se sorrette da un’accurata valutazione relativa alla loro possibile realizzazione, alla luce della situazione di mercato.

WP_000572L’incontro ha lasciato comunque un’impressione in decisa controtendenza rispetto al generalizzato pessimismo quanto alla stato della nostra economia. Il Nord-est si sta dimostrando una fucina di idee e si stanno diffondendo incubatori e centri di supporto allo sviluppo. Ne sono stati citati alcuni di deciso interesse per chiunque intenda avventurarsi in una start-up: oltre al citato Venetwork (oggi concentrato nelle tre macroaree di Elettronica & ITC, Energia & materie prime , Turismo & territorio), si è parlato della Fornace dell’Innovazione, del Polo Lionello Bonfanti e di H-Farm.

Proprio nell’ambito di quest’ultima, Gabriele Antoniazzi ha potuto sviluppare la sua idea innovativa di un software di gestione del customer service.

Chi fosse interessato ad avere le slides proiettate, mandi una email.

2 settembre 2013: Tiziana Agostini a Ca’ de Ricchi

Tiziana Agostini lavora nel mondo dell’educazione da anni; è stata vicepresidente dell’Ateneo Veneto ed è autrice di numerosi lavori sulla cultura locale veneta. Da un po’ di tempo sta dedicandosi alla ricostruzione della storia del Rotary in Italia e all’estero. Un suo lavoro del 2010 (“Tra utopia e realtà: il Sessantotto al Rotary”) ha offerto notevoli spunti di riflessione su una fase di vita dell’associazione scarsamente conosciuta e caratterizzata da stereotipi in gran parte infondati.
La sua ultima fatica è intitolata “In principio era il Rotary: i club di servizio tra storia e attualità”, con uscita prevista per fine settembre. Si tratta di una veloce rivisitazione della storia del Rotary contestualizzata nella realtà sociale che ne ha visto la nascita (la Chicago del primo ‘900) e seguita poi sino ai giorni nostri.
L’incontro del 2 settembre, dedicato proprio al tema toccato in tale lavoro, ha dato P1030907 P1030899 l’occasione di parlare in generale del Rotary e soprattutto del perché farne parte possa oggi interessare. Di fronte ad una platea di una settantina di persone, rotariani e non, Tiziana ha offerto un’immagine del movimento che, pur con le dovute autocritiche (le non gloriose pagine all’epoca del fascismo e del nazismo, la riluttante apertura alle donne ed alle persone di colore, …), è quello di una comunità animata dalla ricerca di una forte coerenza morale, l’impegno per il bene del prossimo e lo slancio verso una dimensione da ‘cittadini del mondo’ che permetta di superare le barriere di lingua e cultura che alimentano la diffidenza ed i pregiudizi verso l’Altro.

Il Rotary delle 6 e mezza: debutto al Dazio di Treviso

Il 2 agosto 2013 è stata organizzato dal nostro club un incontro dedicato al cinema con i rappresentanti di tre delle maggiori organizzazioni ‘animatrici’ del settore sulla piazza trevigiana: Lorenzo “Sandro” Fantoni, titolare del Cinema Edera, Marco Tamaro, direttore della Fondazione Benetton e Livio Meo, del Cineforum Labirinto. Carlo Mosca, in veste di presidente del club per l’annata in corso, ha condotto il dibattito. Il prof. Luciano Franchin, assessore alla cultura del Comune di Treviso, ha reso gli onori introduttivi.

IMG_6656

IMG_6664

La location: il giardinetto all’italiana del Dazio, storico locale di porta Calvi.

L’incontro ha offerto l’occasione di sbirciare il dietro le quinte della programmazione per la stagione entrante: al solito copiosa e piena di inediti (e di lavori che purtroppo rischiano di passare una sola volta sul grande scherma), quella dell’Edera (e del collegato cinema Manzoni di Paese); dedicata al paesaggio quella della sempre meritoria Fondazione Benetton; incentrata sulle problematiche sociali quella del Cineforum Labirinto.

IMG_6665

I relatori si sono rivelati non solo profondi conoscitori della materia ma anche sinceri appassionati. Inevitabile la domanda “Quale film non bisogna assolutamente perdersi, fra quelli recenti e quelli di prossima uscita?” Ne è uscita una lista al malincuore ristretta che a beneficio dei lettori qui riportiamo (con l’anno di uscita ed il regista):

– Come pietra paziente (2013, Atiq Rahimi)

– Io sono Li (2011, Andrea Segre)

– La grande bellezza (2013, Paolo Sorrentino)

– Miracolo a Le Havre (2011, Aki Kaurismaki)

– Le perle di ritorno (2011, Franco Basaglia).IMG_1221

L’evento rientra nel programma “Il Rotary delle 6 e mezza”, una serie di incontri pubblici inaugurata proprio dalla serata dedicata al cinema, che si snoderà nel corso dell’intera annata. Prossimo appuntamento il 2 settembre alla rinnovata Ca’ de’ Ricchi di via Barberia sul tema “Il Rotary in Italia. Storia di un network sociale” a cura di Tiziana Agostini (trattandosi di un lunedì l’orario di inizio sarà alle 20).

CINEMA, CHE PASSIONE! / CINEMA, WHAT A GAS!

È dedicato all’offerta cinematografica di qualità a Treviso il primo incontro aperto al pubblico organizzato dal Club nell’ambito del progetto “Il Rotary delle sei e mezza” (una serie di incontri dedicati a temi d’interesse per la comunità). L’incontro si tiene al Dazio di porta Calvi venedì 2 agosto dalle 18:30 alle 20:00. intervengono Sandro Fantoni (Cinema Edera), Marco Tamaro (Fondazione Benetton) e Livio Meo (Cineforum Labirinto) che parleranno anche delle sfide alla ‘settima arte’ portate dal home theatre e dalla pay-per-view.

The first event of the series “The Rotary of 6:30 pm” is intended to movie fans. On August 2nd, 2013 at the Dazio near porta Calvi, Sandro Fantoni (Cinema Edera), Marco Tamaro (Fondazione Benetton) e Livio Meo (Cineforum Labirinto) will present the movie news  for the coming season and discuss the ‘seven art’ perspectives facing competition by home theatre and pay-per-view.

Scaricare la locandina  / Please download the flyer: 20130627 flyer cinema 2-8-13

Per prenotarsi: